barocco lecce salento

Il barocco leccese

Marzo 26th, 2021 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Il barocco leccese”

Se girando per il Salento vi siete soffermati più volte ad ammirare il particolare stile architettonico degli edifici che vi circondano, ecco qui una breve spiegazione sul Barocco Leccese.

Il Barocco (o Barocchetto) Leccese si è sviluppato in tutta l’area che anticamente veniva chiamata Terra d’Otranto. All’epoca era sotto l’influenza spagnola, in particolar modo nel suo capoluogo, a partire dal XVI secolo. Per alcuni studiosi, la data di nascita precisa di questo stile unico coincide con la Battaglia di Lepanto, ovvero il 1571. Quando venne sancita la fine della minaccia turca nei territori salentini.

Seguendo una vera e propria metamorfosi artistica, nuove forme d’arte si andavano concretizzando, abbandonando le linee più classiche in favore di stili più estrosi. Il Barocco Leccese si contraddistingue, infatti, per le sue decorazioni esuberanti e per il particolare connubio tra figure umane ed elementi naturali. Altre peculiarità sono legate all’uso di una particolare pietra, la cosiddetta pietra leccese, caratteristica per essere di colore chiaro, morbida al tatto e facilmente modellabile.

Qual è il modo migliore per ammirare la bellezza di Lecce?

Lecce è la punta di diamante dello stile barocco. Possiamo tendenzialmente seguire le orme che ci hanno lasciato i suoi due massimi esponenti: gli architetti Giuseppe e Francesco Zimbalo. Il primo, autore delle maggiori opere barocche. Impossibile non visitare la Cattedrale del Duomo e il Palazzo dei Celestini con il relativo convento, che si presenta come il naturale prosieguo della Chiesa di Santa Croce. Quest’ultima fu realizzata, insieme ai portali e all’altare di San Francesco, dal precursore del barocco, l’architetto Francesco Zimbalo. Egli avviò la fase di evoluzione dalla tradizione cinquecentesca.

Una volta giunti alla cattedrale è doveroso dare uno sguardo al maestoso complesso di Piazza Duomo, che sfoggia l’opera barocca lungo tutto il perimetro del Palazzo Vescovile, del Seminario e del Campanile, conferendo alla piazza il titolo di più bella d’Italia realizzata in stile barocco.

Un altro massimo esponente è Giuseppe Cino, la cui maestria ci ha regalato opere come la Chiesa del Carmine e la Chiesa di Santa Chiara, la quale si affaccia su Piazza Sant’Oronzo, meta della movida serale.

Sempre rimanendo su Piazza Sant’Oronzo, il nostro sguardo sarà attratto dalla bellissima Colonna del Santo, che presenta un capitello barocco volto a sorreggere la statua. Altre opere barocche da ammirare sono il Sedile, risalente al 1592, conosciuto anche come il Palazzo del Seggio e la Chiesa di Santa Maria delle Grazie.

Cibo e Barocco

Ed è proprio a pochi passi dalle meraviglie barocche di Lecce che La Vecchia Osteria di Chef Totu ha la sua sede. Con una cucina tipica ed autentica, realizzata con prodotti di eccellenza come l’olio extravergine d’oliva e il vino. Un ambiente cordiale e caloroso dove vi sentirete subito coccolati e come a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer la vecchia osteria

Viale F. Lo Re, 9 - 73100 Lecce - P.Iva 03457290751

pagina facebook la vecchia osteria

Copyright 2019 Palcom Web Marketing